CAMPO 16ADO – RONCAJETTE

iao siamo Anna e Nicola, due fratelli che hanno partecipato al campo estivo Oceania diretto da Fra Mattia, proveniente da Lonigo (VI).

Assieme ad altri ragazzi e ai catechisti ci siamo recati al convento di Santa Croce a Rimini dove abbiamo trascorso un weekend (da giovedì 31 agosto a domenica e 3 settembre). Il percorso che ci ha proposto fra Mattia era incentrato inizialmente sulla ricerca della nostra identità. Infatti durante il primo giorno abbiamo fatto un’attività durante la quale dovevamo riconoscere le nostre qualità ma anche quelle altrui. A tutto ciò é preceduta una catechesi diretta da Fra Paolo, che ci ha esposto una teoria sulle 7 intelligenze dell’uomo. Tutto ciò ci ha permesso di capire quanto ognuno di noi vale per quello che è, quanto noi stessi siamo importanti, siamo definiti infatti un progetto unico e irripetibile. Il secondo giorno invece ci siamo recati all’eremo Madonna di Saiano dove abbiamo trascorso un momento di silenzio per riflettere su ciò che fra Mattia aveva detto. Ha incentrato il suo discorso principalmente su 4 verbi che abbiamo letto nel brano del Vangelo che facevano parte di alcune azioni fatte da Gesù durante l’ultima cena: alzarsi, deporre le vesti, prendere l’asciugatoio, lavare i piedi. Ha dunque proseguito parlandoci dall’amore e del servizio (strettamente collegati).
Abbiamo riflettuto perciò sul senso della nostra vita: amare ed essere amati, ed è così che infine si riesce a raggiungere la felicità. Alla sera abbiamo partecipato all’adorazione nella cappella di San Francesco che si trova all’interno del convento. Personalmente crediamo sia stato un momento molto emozionante e ci ha permesso di pensare a tutto ciò che ci era stato detto in quei due giorni.
Durante la terza giornata, dopo aver fatto le pulizie al convento, ci siamo recati prima al monastero di Bologna, dove abbiamo conosciuto tre suore di clausura, le quali ci hanno raccontato come si svolgeva la loro giornata. Successivamente siamo ststi accompagnati da Santa Caterina e una suora ci ha raccontato la sua storia. Infine siamo tornati a Padova. Penso sia stata veramente una bellissima esperienza, ricca di attività e di emozioni. Durante il campo ci sono stati tolti tutti i mezzi tecnologici e credo sia stato molto efficace per noi, inoltre ciò ci ha permesso di concentrarci meglio sulla nostra esperienza e di mettere da parte i nostri pensieri.
Essendoci stato bel tempo siamo riusciti a trascorrere pure due pomeriggi al mare durante i quali ci siamo divertiti molto e per alcuni di noi é stato anche un momento per confidarsi e per confrontarsi.
Ringraziamo moltissimo per questa esperienza fra Mattia ma anche tutte le catechiste che hanno permesso tutto ciò. Non vediamo l’ora di partecipare ad un altro campo estivo!

Anna e Nicola (1 superiore)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *